A Portrait

È sul set di The last of England (1987) e The garden (1990) che nasce e si consolida la grande amicizia tra il regista britannico Derek Jarman e Christopher Hughes, direttore della fotografia. I due hanno una personalità poliedrica e una sensibilità non comune. Jarman aveva oltrepassato i confini della macchina da presa per esprimersi anche attraverso la pittura e la letteratura, senza mai dimenticare la sua prima passione, il giardinaggio, che si realizza nell’indimenticabile giardino del Prospect Cottage a Dungeness, Kent, oggi casa-museo e uno dei set del cortometraggio A portrait, di Carlotta Beck Peccoz.

Continue Reading A Portrait

Colette al cinema #4

Paul Dano lo conosciamo tutti come attore. Ormai vanta una filmografia notevole (ricordiamo Il petroliere, 12 anni schiavo, Swiss army man e Okja), ma forse non tutti sanno che da un paio di anni ha compiuto il fatidico salto dietro la macchina da presa. Molti attori, ad un certo punto della loro carriera, scelgono di sperimentare questo affascinante mestiere, sebbene non sempre con buoni risultati. Non è il caso di Paul Dano, che con la sua opera prima Wildlife ha dimostrato un promettente talento non solo come regista, ma anche come sceneggiatore.

Continue Reading Colette al cinema #4

Colette al cinema #3

Paul Dano lo conosciamo tutti come attore. Ormai vanta una filmografia notevole (ricordiamo Il petroliere, 12 anni schiavo, Swiss army man e Okja), ma forse non tutti sanno che da un paio di anni ha compiuto il fatidico salto dietro la macchina da presa. Molti attori, ad un certo punto della loro carriera, scelgono di sperimentare questo affascinante mestiere, sebbene non sempre con buoni risultati. Non è il caso di Paul Dano, che con la sua opera prima Wildlife ha dimostrato un promettente talento non solo come regista, ma anche come sceneggiatore.

Continue Reading Colette al cinema #3

Colette al cinema #2

Paul Dano lo conosciamo tutti come attore. Ormai vanta una filmografia notevole (ricordiamo Il petroliere, 12 anni schiavo, Swiss army man e Okja), ma forse non tutti sanno che da un paio di anni ha compiuto il fatidico salto dietro la macchina da presa. Molti attori, ad un certo punto della loro carriera, scelgono di sperimentare questo affascinante mestiere, sebbene non sempre con buoni risultati. Non è il caso di Paul Dano, che con la sua opera prima Wildlife ha dimostrato un promettente talento non solo come regista, ma anche come sceneggiatore.

Continue Reading Colette al cinema #2

Colette al cinema #1

Paul Dano lo conosciamo tutti come attore. Ormai vanta una filmografia notevole (ricordiamo Il petroliere, 12 anni schiavo, Swiss army man e Okja), ma forse non tutti sanno che da un paio di anni ha compiuto il fatidico salto dietro la macchina da presa. Molti attori, ad un certo punto della loro carriera, scelgono di sperimentare questo affascinante mestiere, sebbene non sempre con buoni risultati. Non è il caso di Paul Dano, che con la sua opera prima Wildlife ha dimostrato un promettente talento non solo come regista, ma anche come sceneggiatore.

Continue Reading Colette al cinema #1